Archivio

PSICOSINTESI:

Riconoscere e sviluppare le nostre risorse e potenzialità’.                                                                                        Una risposta alla crisi.

 

Le crisi sono situazioni che si possono verificare nella vita di una persona o nella vita della collettività per varie ragioni ed anche più volte nell’arco della vita.

Sono opportunità che ci mettono sicuramente a dura prova ma possiamo anche leggerle come opportunità di crescita umana e psicologica.

Il modello della psicosintesi di Roberto Assagioli ci offre le motivazioni e gli strumenti adatti ad affrontare la crisi come un’opportunità di crescita.

Sicuramente come una sfida a mettersi in gioco andando a cercare dentro di noi tutti gli elementi e le risorse energetiche di cui disponiamo e di cui non sempre siamo consapevoli fino a quando qualche evento non ci costringe a cercarle.

Gli strumenti che la psicosintesi ci offre sono pragmatici ed operativi e ci danno la possibilità di andare a cercare nell’ampio panorama della nostra psiche le risorse e le potenzialità che ci serviranno per affrontare ed utilizzare la crisi a nostro vantaggio. 

con il dottor Roberto Tallerini

ciotole

Impariamo a suonarle

sabato 28 novembre 2015

Seminario intensivo  

ore  15.00 – 18.00

 

Le millenarie ciotole tibetane sono uno strumento ideale per ottenere equilibrio fisico, mentale ed emozionale.

Il seminario apre le porte al mistero trasmesso dai loro suoni e invita ad un viaggio personale per ottenere uno stato di armonia, serenità, creatività e benessere.

 

Utilizzeremo tecniche che riequilibrano e aumentano la nostra energia, faremo pratiche di meditazione con il suono, scopriremo che le ciotole sono uno strumento che ci può servire in ogni momento per acquietare l’attività quotidiana e centrarci.

 

. Chi possiede una ciotola tibetana può portarla e imparare a suonarla

      . Sono disponibili ciotole  per l’apprendimento nel seminario.

NON OCCORRE SAPER SUONARE UNO STRUMENTO

ciotole2

 

conducono il corso: Diana Battistini e Daniela Senese

insegnanti abilitate direttamente da Albert Rabestein

direttore del “Centro terapia del sonido” di Buenos Aires

 Per saperne di più clicca qui

kinesiologia

I malesseri delle persone sono spesso il risultato di accumulo di stress fisici,emozionali,mentali,nutrizionali.

Per vivere bene è indispensabile avere una mente e un corpo sano!

Nessuno che abbia problemi fisici o psichici  può sinceramente dire di vivere bene!

La kinesiologia applicata fu scoperta nel 1964 in USA dal dott. Goodheart, kiropratico, agopuntore, profondo conoscitore della medicina cinese.

kinesiologia 2

      Grazie  ai semplici test muscolari  permette ad  ognuno di noi di  capire e  riconoscere quali sono i i cibi + adatti per il proprio corpo,  valutare  se le onde elettromagnetiche del cellulare, computer o altro, perturbano la sua  omeostasi,  se il luogo dove passiamo la maggior parte del nostro tempo  ( di solito il letto ) si trova o meno  in una zona priva di energie negative, e ancora se abbiamo pensieri negativi che riducono le nostre difese immunitarie ed alterano i nostri ormoni.

venerdi 8 novembre dalle ore 20.30 alle ore 22.30

serata introduttiva, gratuita , in cui saranno spiegati i principi di base della comunicazione tra cellule per dimostrare come corpo e mente comunicano grazie ad uno scambio energetico evidenziato dal test kinesiologico, e ne  verrà spiegato il perché della validità e attendibilità effettuando alcuni test su volontari.

Domenica 10 novembre  dalle ore 09.30 alle 12.30  e dalle 14.30 alle 17.30

corso base di kinesiologia applicata aperto a tutti

gli allievi apprenderanno le tecniche e le leggi che regolano questa affascinante materia e saranno in grado, alla fine dell’incontro, di utilizzare un test kinesiologico.

-nascita e storia della kinesiologia

-il test kinesiologico

-esempi pratici ed utilizzo del test ( testare un farmaco, un alimento, un cosmetico  ed…altro)

 

Il docente: dr Massimo Pantani

Si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Pisa nel 1978 con il massimo dei voti dedicandosi inizialmente agli studi di medicina generale.

Come kinesiposturologo, fin dagli anni ottanta, ha trattato migliaia di persone affette da dolori di varia natura e localizzazione : cefalee, cervicalgie, lombalgie, pubalgie ,gonalgie, vertigini, roncopatie (russamento), apnee notturne, dolori mestruali, ecc .

Tiene, in qualità di docente, corsi annuali di kinesiologia e collabora con la Clinica Odontoiatrica dell’Università di Pisa, dove, primo ed unico in Italia insegna Kinesiologia.

 

Per partecipare, solo su prenotazione, sia alla serata introduttiva gratuita che al corso base ,

è necessario essere soci  dell’ass.ne Naturalmente ASD

 

Camminare lento e orizzontale tra salute, tradizioni e cultura significa valorizzare un territorio nella sua totalità, ambientale, storica, attuale ed economica .

Camminare lento e orizzontale :

fa bene al cuore ed alla mente

migliora la qualità della vita fisica e psichica

sviluppa la solidarietà e la socialità

insegna una filosofia di una vita senza stress e competizione

Per ottenere tutto questo è indispensabile conoscere “il camminare” dal punto di vista sportivo, della sicurezza, dell’osservazione e dell’attenzione: camminare  è alla portata di tutti, ma con le corrette conoscenze tecniche e le giuste precauzioni.

Le conversazioni sono teorico/ pratiche

1)      La filosofia del camminare lento e orizzontale 8 ottobre camminare
2)      Preparazione e allenamento 5 novembre
3)      Le attrezzature e gli accessori 3 dicembre
4)      La conoscenza del territorio 7 gennaio
5)      Camminare d’inverno 4 febbraio
6)      I materiali delle attrezzature 4 marzo
7)       Come si prepara un’escursione 8 aprile
8)      Escursioni di terra e di mare 6 maggio
a cura dell’associazione MangiaTrekking

  

Le conversazioni vengono tenute dalle 20.45 alle 22.30

 

 La partecipazione è gratuita , è necessaria  la prenotazione entro il lunedi precedente ed occorre telefonare entro il martedi pomeriggio per avere conferma che la conversazione avrà luogo.

 

Per frequentare tutte le  attività del centro  è necessario iscriversi all’associazione Naturalmente, con una tessera  UISP del costo di       € 10.00  , che dà diritto a partecipare a tutte le iniziative e ad usufruire delle agevolazioni   sociali. 

 

 

annuale

 

Per garantire un futuro sostenibile al nostro pianeta, è necessario ridurre il nostro peso sulle risorse naturali, alleggerire la nostra “impronta” sull’ambiente. L’impegno del WWF è volto a tracciare un cambiamento di rotta verso la sostenibilità

Per raggiungere questi obiettivi, l’educazione ambientale è uno dei principali ambiti di lavoro e uno strumento prezioso.
Per favorire il legame con l’ambiente, la capacità di leggerne i fenomeni, le cittadinanza attiva e la partecipazione, le molte proposte dell’Associazione sono  rivolte a tutti ,  dai ragazzi agli adulti.

 Lo sforzo di aprirsi al territorio, l’intervento concreto ed il contatto con il territorio e la Natura aiutano a sviluppare il pensiero critico, di contrasto alla crescente omologazione.
Le uscite sul territorio, anche urbano, la visita alle Oasi, i soggiorni in un Centro di Educazione Ambientale, un viaggio in un’area protetta, si affiancano alle tecnologie digitali che intervengono nel percorso di conoscenza della Natura durante le conversazioni sul “buon Vivere”.

incontri

15 ottobre
12 novembre
10 dicembre
14 gennaio
11 febbraio
11 marzo
10 aprile
15 maggio

a cura del WWFLA SPEZIA

conversa2

Le conversazioni vengono tenute dalle 20.45 alle 22.30

La partecipazione è gratuita , è gradita la prenotazione.

Per frequentare tutte le  attività del centro  è necessario iscriversi all’associazione Naturalmente:

la tessera , annuale, dà diritto a partecipare a tutte le iniziative e ad usufruire delle agevolazioni   sociali.

 

Le conversazioni , tenute da Stefano Senese,   hanno l’intenzione di far conoscere a chi ascolta in un linguaggio semplice, ma preciso e puntuale, gli aspetti a volte poco visibili  ,a volte sconosciuti, della gestione della città, intesa in senso lato come insieme di cittadini e di strutture che la governano, in un territorio ben definito.
E’ importante sapere come si “muove “ la vita economica della città, non soltanto in termini di redditività economica ,ma anche di redditività del buon vivere per i cittadini, conoscendone i risvolti progettuali ed il ventaglio di potenzialità da sviluppare con l’intervento di tutti, in una  visione collaborativa e migliorativa, che va dall’ambiente  all’incremento di attività specifiche del territorio.
Conoscere punti di vista diversi e qualificati consente di ampliare le proprie prospettive e scoprire scenari insospettati….

Che cosa vuol dire “economia”    L’economia della città 1

  L’economia della città  2

 Progetti e prospettive per la città “urbana”

 La città digitale

 Il lavoro prima di tutto

 L’economia dell’imparare

Turismo di mare e di terra

conversa3 martedi 22 ottobre martedi  19  novembre    

martedi 17 dicembre

martedi 21 gennaio

martedi 18 febbraio

martedi 18 marzo

martedi 15 aprile

martedi 20 maggio

Stefano Senese , laureato in giurisprudenza con lode , con un master in economia e gestione aziendale, ha ricoperto nella sua carriera incarichi di grande prestigio occupandosi di risanamento e sviluppo a livello europeo, regionale e cittadino.( Ansaldo-FILSE-BIC Liguria-Spedia –IACP Genova etc)

Dal 1997 è Segretario generale della CCIA della Spezia, che ha reso “Camera pilota” in ambito nazionale , per la capacità di innovazione  e di sviluppo,  ed ha per questo un ruolo importante anche nell’ambito dell’Organizzazione Camerale Nazionale .

 

Le conversazioni vengono tenute dalle 20.45 alle 22.30

 La partecipazione è gratuita , è gradita la prenotazione.

Per frequentare tutte le  attività del centro  è necessario iscriversi all’associazione Naturalmente:

la tessera , annuale, dà diritto a partecipare a tutte le iniziative e ad usufruire delle agevolazioni   sociali. 

 

 

 

 

Conoscere il mondo in cui viviamo è importante per migliorare la qualità della nostra vita.
Sono molti gli elementi che concorrono a determinare il comfort ambientale: la luce, i materiali, l’acqua, l’ambiente, gli agenti inquinanti, l’elettrosmog, la radioattività, i sistemi che compongono la nostra casa e il luogo di lavoro.
Scegliere e costruire le relazioni con il sistema ambiente contribuisce a definire il nostro benessere psico-fisico.

Durante gli incontri discuteremo di comportamenti consapevoli, piccole scelte e accorgimenti per aumentare il nostro benessere.

29 ottobre :La bioedilizia 26 novembre:la biogeologia

28 gennaio: Il confort in casa:
la luce, la temperatura-umidità, il sistema letto

25 febbraio: L’acqua:
fisiologia, ambiente, memoria

25 marzo: L’inquinamento indoor:
elettrosmog,radioattività, altre fonti

29 aprile:La Terra:
geologia, tettonica, campo     gravitazionale magnetico e terrestre

27 maggio:Il Cosmo:
interazioni Terra/Cosmo, reti di interazione,interazione biofisica

relatrice: architetto Francesca Zani 

Francesca Zani, laureata in Architettura, con corsi di specializzazione in bioarchitettura e in geobiologia, ha agito nei vari campi della progettazione, sviluppando progetti in campo urbanistico, ambientale, edilizio ed allestimento di interni. Svolge la propria attività dal 1996 come libero professionista.

Le conversazioni vengono tenute dalle 20.45 alle 22.30

La partecipazione è gratuita , è gradita la prenotazione.

Per frequentare tutte le  attività del centro  è necessario iscriversi all’associazione Naturalmente:

la tessera , annuale, dà diritto a partecipare a tutte le iniziative e ad usufruire delle agevolazioni   sociali.

 

 

 

 

conversa1

Locandina La Spezia 2

Riccardo Tristano Tuis è compositore, scrittore e ricercatore indipendente, nonché creatore della Neurosonic Programming.

L’autore è promotore di una nuova scala, la scala aurea, basata sulla matematica dell’8,da sostituire all’odierna scala, e di un abbassamento di 8 Hz del La corista, rivoluzionando così l’intonazione della 432 Hz.

Gli 8 Hz sono la frequenza che sostiene la nostra biologia e la nostra salute,, dalla mitosi cellulare al riequilibrio del sistema nervoso centrale fino alla sincronizzazione dei due emisferi,, in grado di farci aumentare la predisposizione ad imparare, ad essere più creativi e, più in generale, ad avere una mente più brillante.

Sabato 26 ottobre dalle 15.00 alle 18.00

 A-UN KIKÔ    

QI GONG DEI SUONI

qi1 I mantra (letteralmente suono) sono veri fonemi di potenza.
La tradizione li vuole particolarmente sviluppati in India e in Tibet.
Sono proprio quelli dei monaci tibetani ad aver attirato l’interesse di molti ricercatori, alcuni dei quali, sulla funzione dell’ascolto, sostengono che la forte pressione nell’orecchio, dovuta all’altitudine, sviluppi una frequenza vocale così grave (intorno a 60 hertz) che, in pratica, si è in presenza di sub-armonici (armonici che si sviluppano sotto la nota fondamentale).
Il mantra è considerato manifestazione della vibrazione originaria; perché,come la parola è un tutt’uno con chi la pronuncia, così il mantra è tutt’uno con la sua origine

Il suono più semplice è quello delle singole vocali, la cui vibrazione entra in risonanza con organi ed apparati del corpo umano attraverso i chakra.

Il mantra del suono primordiale della vibrazione originale è Om (aum).

Nel a-un kikô noi miriamo ad attivare il ki grazie ai suoni, soprattutto quelli emessi vocalmente.

Stimolate i chakra con i suoni : a-e-i-o-ou-un.

Ad ogni suono fate corrispondere un chakra e guardatelo con gli occhi interni mentre lo stimolate con la sfera del ki che avete formato nelle mani

. Emettendo il suono, immaginate di aspirare nel chakra il ki del cielo e della terra.

Conduce Marcello Vernengo