Sabato 26 ottobre dalle 15.00 alle 18.00

 A-UN KIKÔ    

QI GONG DEI SUONI

qi1 I mantra (letteralmente suono) sono veri fonemi di potenza.
La tradizione li vuole particolarmente sviluppati in India e in Tibet.
Sono proprio quelli dei monaci tibetani ad aver attirato l’interesse di molti ricercatori, alcuni dei quali, sulla funzione dell’ascolto, sostengono che la forte pressione nell’orecchio, dovuta all’altitudine, sviluppi una frequenza vocale così grave (intorno a 60 hertz) che, in pratica, si è in presenza di sub-armonici (armonici che si sviluppano sotto la nota fondamentale).
Il mantra è considerato manifestazione della vibrazione originaria; perché,come la parola è un tutt’uno con chi la pronuncia, così il mantra è tutt’uno con la sua origine

Il suono più semplice è quello delle singole vocali, la cui vibrazione entra in risonanza con organi ed apparati del corpo umano attraverso i chakra.

Il mantra del suono primordiale della vibrazione originale è Om (aum).

Nel a-un kikô noi miriamo ad attivare il ki grazie ai suoni, soprattutto quelli emessi vocalmente.

Stimolate i chakra con i suoni : a-e-i-o-ou-un.

Ad ogni suono fate corrispondere un chakra e guardatelo con gli occhi interni mentre lo stimolate con la sfera del ki che avete formato nelle mani

. Emettendo il suono, immaginate di aspirare nel chakra il ki del cielo e della terra.

Conduce Marcello Vernengo

Be Sociable, Share!