La categoria “Consigli” viene curata direttamente dall’associazione, e consisterà in una raccolta, aggiornata periodicamente, di brevi consigli per migliorare il proprio benessere psicofisico.

COME MITIGARE I DISAGI DELLE ALLERGIE PRIMAVERILI

I primi raggi di sole, l’aria che si fa più tiepida e le gite fuori città…In questo scenario primaverile, quasi idilliaco, iniziano a fare la loro comparsa starnuti e occhi che lacrimano o prudono. ..
Uno dei rimedi naturali più efficaci contro i sintomi delle allergie stagionali, è il gemmoderivato di Ribes nero (Ribes nigrum), che può essere utilizzato, già a partire dal mese di febbraio e in dosi specifiche per l’attività preventiva .
. Gli effetti benefici del ribes nero sono evidenti: diminuzione della congestione a livello di naso, gola e occhi, meno starnuti , maggiore energia: se ne assumono 50 gocce al mattino e 50 gocce dopo pranzo .
Pianta ad azione antinfiammatoria e decongestionante molto potente, con effetto simile al cortisone, ma senza effetti collaterali, è , questo motivo , molto utile anche in caso di dolori articolari, ma sconsigliata a chi soffre di ipertensione.

Anche l’’oligoterapia è una tipologia di cura molto efficace sulle allergie e l’abbinamento di oligoterapia e trattamenti fitoterapici aumenta l’efficacia della prevenzione: è bene assumere una fialetta dell’oligoelemento manganese e una di manganese-rame, a giorni alterni , per almeno due mesi, continuando anche nel periodo di crisi.
le uova di coturnice ( quaglia) liofilizzate costituiscono un valido aiuto nelle “pollinosi esercitando un’azione di tipo antistaminico . Ricche in sali minerali, vitamine, aminoacidi essenziali, le uova esercitano un influsso rinvigorente sul metabolismo, migliorando lo stato generale di salute. vengono tollerate molto bene e non danno alcun tipo di effetto collaterale. Se ne consiglia l’assunzione di 6 capsule al giorno.
L’acqua termale, infine, mantiene il tasso di “idratazione” ideale per le mucose , ma anche ungerle con oleolito di calendula o di iperico dona sollievo.
Attenzione all’alimentazione.
Sarebbe meglio eliminare alcuni alimenti, soprattutto nei periodi critici per evitare “reazioni crociate” ,per esempio:
per i pollini in genere: miele – per la parietaria : ciliegia, melone, basilico, piselli- per la betulla e il pioppo: mela,albicocca, arachidi, ciliegia, banana, fragola, melone, nespole, pesca, noce, nocciole, pistacchio,arachidi, finocchio, patata, sedano- per le graminacee : cereali, pomodori, patate, legumi.

Be Sociable, Share!